Accademia Omkara

"Scopri il tuo spazio interiore"

Progetto per le scuole dell’infanzia

“FARE CREARE BALLARE”
PROGETTO PER LE SCUOLE DELL’INFANZIA
Proposta di attività integrate tra danza e yoga

Finalità:
E’ possibile riconoscere e potenziare infinite aperture al mondo partendo dal pensiero dei bambini, dai loro linguaggi, per una volta integrati fra loro (il codice imperante della parola e quelli meno riconosciuti del movimento del corpo, del gesto, dei suoni, dei sensi tutti) e messi al centro del lavoro educativo?
Il progetto “Fare Creare Ballare” prende le mosse da una riflessione originata da questa domanda.
L’uso del corpo quale mezzo per comunicare ed esprimersi rende la danza fondamentalmente unica: attraverso il coinvolgimento di tutta la persona corpo, mente ed emozioni, la danza utilizza e trasforma il movimento in una manifestazione individuale, sociale e artistica.
La sua pratica migliora e accresce lo sviluppo fisico, mentale ed emotivo di chi sta costruendo una propria identità, attraverso la rielaborazione in forma autonoma di esperienze sociali e cognitive.
Danzando il bambino impara a conoscere il proprio corpo e a usarlo come mezzo di comunicazione con gli altri, scopre che la qualità del proprio movimento varia secondo le emozioni provate ed è strettamente collegata allo spazio usato, alla musica, al ritmo, e non ultimo alle persone che lo circondano.

Obiettivo principale:
L’educazione alla danza va intesa come formazione della persona promuovendo un linguaggio espressivo e comunicativo del corpo e della persona.
Ulteriori obiettivi:
Obiettivo primario dell’educazione yogica è lo sviluppo integrale e armonioso della persona realizzatasi con la presa di coscienza di sé sul piano fisico, emotivo e psichico.
L’educazione attraverso lo yoga promuove e determina un rapporto più responsabile nella relazione con gli altri e con il pianeta mediante la trasmissione di valori universali, quali la pace, la non violenza, il rispetto degli altri.
Il progetto è strutturato per integrare l’educazione yogica con l’educazione alla danza attraverso quelle pratiche che vanno ad amplificare il lavoro di formazione della persona attraverso il linguaggio espressivo e comunicativo cosciente.

Articolazione del progetto:

1. Le sessioni di danza e pratiche corporee per gli alunni.

Orientamento teorico
La pratica di “Fare Creare Ballare” si colloca nell’ambito di un intervento psico-educativo, limitato nel tempo.
L’elaborazione delle tecniche utilizzate per lo sviluppo del progetto, tecniche della danza, della pedagogia corporea e quelle dello yoga classico, lavora allo sviluppo di un linguaggio espressivo positivo.
Lavora sull’espressione corporea individuale e di gruppo.
Lavora sul riconoscimento ed espressione positiva delle emozioni e dei sentimenti.
Migliora l’educazione musicale.
Favorisce l’accesso a diverse culture e tradizioni.
Incoraggia l’indipendenza e l’iniziativa.
Sviluppa sicurezza e autostima.
Sollecita un approccio creativo al corpo utilizzando l’immaginazione, la visualizzazione e l’ascolto.
Favorisce il rispetto del proprio corpo e di quello degli altri.
Sollecita consapevolezza posturale e motoria, sviluppa coordinazione, forza, elasticità, energia.
Utilizza didattiche collaborative.
Sviluppa abilità di integrazione tra i linguaggi verbali, visivi, sonori e gestuali.

Fasi del lavoro
Nel rispetto delle esigenze di sviluppo degli allievi, il laboratorio prevede un approccio ludico e il passaggio graduale dal movimento all’espressione corporea della danza e al teatro delle emozioni, dall’interazione e scambio con l’altro alla propria interiorità.
Le attività proposte utilizzano vari linguaggi e canali sensoriali, lasciando il maggior spazio all’espressività corporea. Vengono inoltre sviluppate espressività linguistica e figurativa affinando le capacità percettive di ascolto e producendo uno stato di tranquillità mentale che favorisce gli apprendimenti cognitivi.
L’intervento è organizzato, coinvolgendo l’intera classe, con incontri settimanali della durata di un’ora circa per i mezzani e i grandi e mezz’ora per i piccoli.

In ogni incontro si cerca di modulare l’intervento seguendo le fasi sotto elencate:
Fare: esperienze di movimento e danza con un corretto lavoro sul corpo.
Creare: sviluppo delle capacità di esplorazione, invenzione, originalità del movimento.
Osservare: sviluppare capacità di raccoglimento e di concentrazione; potenziare la funzione conoscitiva dell’io e delle risorse personali; favorire l’attenzione verso la cura di sé.

Tecniche impiegate:
Tecniche di espressione corporea come gioco
Tecniche di danza
Pratiche di Hatha Yoga
Tecniche di rilassamento
Tecniche di visualizzazione, concentrazione e meditazione
Disegno.

Osservazioni e risultati
Il percorso proposto integra i seguenti obiettivi:
• Educazione espressiva corporea
• educazione alla salute
• educazione socio-affettiva
• educazione motoria

Docenti

Elisabetta Pistochini: Dall’età di diciotto anni si occupa di teatro, arte e danza contemporanea conducendo laboratori artistici espressivi. Tra gli insegnanti: Ranaudo(moderna), Lindsay Hibbs e Jake McLellan, i Sosta Palmizi.
Da 12 anni lavora nelle stagioni estive di residence e villaggi, collaborando alla direzione artistica e curando le coreografie.
Si diploma all’Accademia professionale di danza contemporanea a Milano (tecnica Graham, Alexander, Limon, Contact improvvisation, Teatro danza) anatomia e storia della danza e analisi musicale. (ins, Ariella Vidach, Eugenio De Mello, Rosita Mariani, Antonio Caporilli ), stage con Ivan Wolf , la Corte sconta, Zappalà, danza afro, danza del ventre.
Studia con Mauro Plebani, contemporaneo con Franco Reffo, tango argentino al circolo culturale argentino di Milano.
Ha insegnato danza moderna a Gorgonzola, a Saronno, nelle scuole Medie di Varallo Limbiate, Corsico, è stata direttore artistico dell’Associazione Punto Danza di Casorate Primo (PV);
Insegna a Gorla Minore e all’Accademia Omkara di Varallo Pombia.
A Varano Borghi è insegnante e coreografa del gruppo “Evviva Noi”, in scena con “Pinocchio”.
Frequenta corsi di Pnl umanistica presso “Aleph”.
Collabora al progetto danza con il CRT di Fagnano Olona diretto dal Prof Oliva.

Ketty Parachini: Inizia a praticare Yoga nel 2001 e approfondisce la pratica e lo studio nel 2007 frequentando e diplomandosi alla la scuola di Yoga Hary-Om di Alessandria. Dopo aver sviluppato l’interesse per lo yoga da insegnare ai bambini decide di frequentare nel 2012 il Master GiocoYoga presso la scuola A.I.Y.B. di Vimercate. Affiancando allo studio dello Yoga altre tecniche ha approfondito le sue conoscenze nel 2007 con un Master in comunicazione PNL umanistica, ipnosi, meta modelli, tecniche di meditazione e rilassamento presso il Centro Studi Piazza. Nel 2010 s’ iscrive ad un Master in Costellazioni e Correlazioni Sistemiche Familiari presso il centro studi Piazza. Presidente e fondatrice dell’ Associazione Accademia Danza Yoga Meditazione Omkara di Varallo Pombia.

Assistenti per tecniche di danza
Monica Gallarate
Francesca Perale

Assistenti per tecniche corporee
Patrizia Chiello
Chiara Gavin

 

DISEGNI DEI BIMBI DELLA SCUOLA DELL’INFANZIA ” M. TERESA DI  CALCUTTA”  DI POMBIA

ok

 

ok Giulia

 

trenino ok

trenino5 ok

tanti

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: